Passa al contenuto principale

Ordinato prima delle 15:00, spedito oggi!

Paga dopo con Klarna

Oltre 25.000 articoli

Ordinato prima delle 15:00, spedito oggi!

Paga dopo con Klarna

Oltre 25.000 articoli

10 modi di usare l'inchiostro Distress

10 modi di usare l'inchiostro Distress

L'uomo dietro Distress: Tim Holtz

In questo blog vi parleremo di Distress. Ma prima di tuffarci nel mondo di questo inchiostro molto speciale, parliamo del suo creatore. Tim Holtz è uno dei cinque designer di Ranger Ink e una vera icona nel mondo del crafting. Il suo amore per il vintage lo ha ispirato a sviluppare la gamma di prodotti Distress, l'inchiostro ad alcool, la linea Idea-ology e molti altri prodotti per artigianato. Per saperne di più su Tim Holtz.

Inchiostro Distress

Tra tutti gli inchiostri artigianali, ce n'è uno che spicca ed è l'inchiostro Distress di Tim Holtz. Sono inchiostri dye a base d'acqua che hanno un'incredibile intensità e stabilità di colore. La maggior parte degli inchiostri, come il Distress, sono a base d'acqua. L'inchiostro Distress ama l'acqua e, grazie alla sua composizione unica, reagisce ad essa! L'acqua non rompe il colore e fa sì che l'inchiostro si diffonda sulla carta, creando effetti bellissimi. Gli inchiostri Distress sono perfetti per le tecniche di inchiostro tradizionali, ma le loro qualità uniche aprono anche una gamma completamente nuova di possibilità. 

Inchiostro Oxide 

Oltre al l'inchiostro dye Distress, c'è anche l'inchiostro di ossido Distress. L'inchiostro ossido è una combinazione di un inchiostro colorante e di un inchiostro a pigmenti. Quando l'inchiostro entra in contatto con l'acqua, si ossida. La reazione chimica dà all'inchiostro un aspetto gessoso. Questo aspetto può variare a seconda del tipo di inchiostro e del colore della carta.

Differenza tra Distress Ink e Oxide

Esistono diverse differenze tra gli inchiostri Distress e Distress Oxide. L'inchiostro per distress è leggermente più sottile e trasparente, quindi si asciuga più rapidamente e viene assorbito più velocemente dalla carta. Con l'inchiostro Distress, lo sfondo (testo o opera d'arte) è sempre visibile attraverso l'inchiostro. Il Distress Oxide, invece, è opaco e si asciuga più lentamente perché è un po' più "denso". Il Distress Oxide è cremoso e, grazie alla sua composizione unica di pigmenti, si mantiene meglio su carta o cartoncino. In questo modo è più facile mescolare questo inchiostro con un altro colore, persino più facile dell'inchiostro Distress.

  • Le differenze tra Distress Ink e Distress Oxide sono le seguenti:
  • L'inchiostro Distress è più sottile e trasparente
  • Distress Oxide è più cremoso
  • Distress Oxide è più opaco
  • L'inchiostro Distress si asciuga più rapidamente dell'inchiostro Distress Oxide
  • L'inchiostro Distress viene assorbito dalla carta, mentre Distress Oxide rimane sulla carta più a lungo.
  • Sebbene entrambi gli inchiostri possano essere miscelati, le proprietà uniche dell'ossido rendono ancora più facile la miscelazione dei colori.

Come conservare l´Inchiostro Distress

Gli inchiostri Distress sono disponibili in tutti i colori dell'arcobaleno e nuovi fantastici colori vengono regolarmente aggiunti alla gamma. È divertente collezionare quanti più colori possibile, ma come si fa a conservare tutte quelle scatole di timbri con inchiostro Distress? Fortunatamente, Tim Holtz ha trovato una soluzione anche per questo. Il Tim Holtz Distress Ink Pads Storage è un pratico contenitore per organizzare e conservare 15 tamponi per timbri Distress e Oxide. Ci sono anche scatole per riporre altri prodotti Distress.

Tabella dei colori dell'inchiostro Distress

Create la vostra cartella colori Distress Oxide o di inchiostro Distress scaricando la "Distress Colour Chart" qui sotto. In questo modo è possibile vedere come appaiono i colori dell'inchiostro sulla carta. Con l'etichetta colorata Distress, potete stampare le vostre etichette da attaccare ai lati delle scatole di timbri. È utile non solo per determinare il colore giusto per il progetto, ma anche per trovare rapidamente quel colore tra tutti gli inchiostri.

Suggerimento: laminare le etichette con un po' di nastro adesivo per evitare che si sporchino o si strappino. 

Che tipo di carta?

Cartoncino per distress, cartoncino per acquerelli, cartoncino artigianale: ogni tipo di carta ha un assorbimento diverso. Questo influenza la reazione dell'inchiostro sulla carta. L'inchiostro dye è meno visibile sulla carta scura, mentre l'inchiostro ossido ha più pigmento ed è più cremoso. Se l'inchiostro non ha l'effetto desiderato o non reagisce come vorresti, prova un'altra carta. 

Versatile

Gli inchiostri Distress rimangono bagnati più a lungo degli altri inchiostri da stampa e continuano a reagire non appena l'acqua viene aggiunta, anche ore o giorni dopo. L'inchiostro Distress è un vero tuttofare e può essere usato per molte applicazioni diverse come stampaggio, distressing, miscelazione, stampinare e acquerello.

In questo blog vogliamo mostrarvi 10 tecniche che potete fare con l'inchiostro Distress, continuate a leggere e lasciatevi stupire dalla versatilità dell'inchiostro Distress!

2.jpg

1. Stampaggio

L'inchiostro è ampiamente utilizzato per il timbro e questo non è diverso con gli inchiostri Distress. L'inchiostro Distress stampa bene sulle superfici porose e può essere usato con tutti i tipi di timbri. Tuttavia, l'immagine stampata è leggermente meno nitida di quando si usano inchiostri a pigmento. Questo rende gli inchiostri Distress molto adatti a progetti in cui si vuole creare un look sporco, vintage e shabby chic.

2. Blending

L'inchiostro distress è perfetto per la miscelazione. Prendete l'inchiostro con uno strumento di miscelazione e applicate lo liberamente sulla superficie con un movimento circolare. Combinando due o tre colori d'inchiostro, è possibile variare i colori all'infinito. Si può anche applicare lo stesso colore più volte e ottenere delle belle gradazioni di tono.

3. Stampinare

Dato che gli inchiostri Distress sono adatti alla miscelazione e alla stratificazione, lavorare con uno stencil è un'opzione eccellente. Mettete uno stencil sulla carta e applicate l'inchiostro Distress usando la stessa tecnica che usereste per la miscelazione. Ripetete lo stesso motivo con diverse tonalità di inchiostro per un effetto graduale o usate colori contrastanti per uno sfondo audace.

4. Embossing

Una tecnica sorprendente è la combinazione dell'inchiostro Distress o Oxide con la polvere di goffratura. Inchiostrate un timbro, fate un'impronta sulla carta e cospargete l'immagine con della polvere trasparente (in questo modo potete ancora vedere il colore dell'inchiostro) e scuotete la polvere in eccesso. Riscaldate la polvere con uno strumento di calore e vedrete che il colore dell'inchiostro verrà fuori meravigliosamente, creando un effetto grunge.

5. Reverse stenciling

Nello stencil inverso o diretto, l'inchiostro viene applicato direttamente sullo stencil. Lo stencil con il lato inchiostrato viene poi posizionato sulla carta. Questa tecnica crea una stampa in negativo, cioè uno sfondo colorato e forme nel colore della carta. Applica un po' di inchiostro allo stencil e spruzzalo con acqua. L'inchiostro distress dà all'immagine l'effetto dell'acquerello.

3.jpg

6. Wrinkled Distress

In questa tecnica, prima si accartoccia un pezzo di carta o di cartoncino. Raddrizzatelo un po' e fate scorrere il tampone d'inchiostro direttamente sulla carta. Spruzzare la carta con acqua per attivare l'inchiostro Distress. Quello che segue è un effetto stupefacente di linee e gocce colorate su carta dall'aspetto invecchiato. Se volete raddrizzare completamente la carta, potete stirarla con un ferro da stiro artigianale.

7. Dritto sulla carta

L'inchiostrazione diretta su carta è così semplice che non potrebbe nemmeno essere chiamata tecnica. Tutto quello che devi fare è applicare l'inchiostro dal pad direttamente sulla carta e attivarlo con un nebulizzatore o un panno umido. Ora si può impazzire con l'inchiostro: sbavare, sbavare i bordi, creare gocciolamenti e molto altro.

8. Acquerello

Per acquerellare con l'inchiostro Distress, usate un pennello bagnato o un pennello ad acqua. Per prima cosa, timbra con il tampone d'inchiostro su una superficie o usa una goccia d'inchiostro dei Distress re-inkers. Poi prendete l'inchiostro diluito con il pennello (ad acqua) e potete iniziare a colorare. Assicurati di provare questa tecnica anche con l'inchiostro ossido, è proprio come se stessi dipingendo con la vernice vera!

9. Colorazione della foto

Grazie alla loro composizione unica, gli inchiostri Distress sono anche adatti a colorare le fotografie. Stampa la tua foto preferita su carta fotografica opaca o leggermente lucida (per esempio, carta fotografica a getto d'inchiostro). Le foto con uno strato lucido laminato, che le foto originali hanno spesso, non sono adatte a questa tecnica, poiché questo strato respinge l'acqua e l'inchiostro. La tecnica si applica raccogliendo l'inchiostro con un pennello, una spugna o un tampone di cotone e applicandolo leggermente sulla foto.

10. Trasferimento di inchiostro

Con questa tecnica, l'inchiostro Distress viene prima applicato su una superficie non porosa (un blocco acrilico, per esempio) e mescolato con acqua. Stampate sulla superficie di vostra scelta; la carta da acquerello è particolarmente adatta per questo. L'effetto che si ottiene è quello di uno sfondo ad acquerello, che si può poi utilizzare come base per tutti i tipi di progetti.

Acquistare l'inchiostro Distress

Vuoi provare una o più tecniche? Allora dai un'occhiata a tutti i nostri inchiostri Distress. Vaessen Creative vende tutti i colori Distress e Distress Oxide. Vendiamo anche altri prodotti Distress come i re-inkers (ricariche per il tampone di timbro o per ottenere più effetti), spray Stains, Oxide Sprays e Embossing Glaze.

Blog
Journaling